1

ARTE E VALORE

LA BLOCKCHAIN, UN ASSO VINCENTE ANCHE PER L’ARTE

 

Tra le molteplici tecnologie che negli ultimi anni hanno attratto il mondo dell’arte, la Blockchain ha avuto un posto in primo piano per sopperire a problematiche quali digitalizzazione delle informazioni, manipolazione dei prezzi e questioni legate a provenance e due diligenceper le opere d’arte.

La tecnologia blockchain, si è evoluta come un valido e flessibile strumento a supporto del mondo dell’arte e dei suoi professionisti, trovando tre principali utilizzi:

Tokenizzazione;
Arte Digitale;
Art Business Solutions

La Tokenizzazione, o “cartolarizzazione” di un’opera d’arte, prevede la suddivisione in più parti di un’opera d’arte unica, con possibilità di vendere quote di proprietà, creando le condizioni per un mercato con maggiore “liquidità”, partecipato e quindi molto più grande, offrendo dei veri e propri token o microtitoli di proprietà.

La seconda linea di utilizzo riguarda l’arte digitale Bloki, nata esclusivamente per essere riproducibile tramite supporti digitali e realizzata su computer, viene tutelata e valorizzata grazie alla possibilità di certificare, crittografare e controllare la sua distribuzione con la blockchain, questo a garanzia da un lato degli artisti e dall’altro dei collezionisti.

La terza linea riguarda l’art business solutions, strumenti a supporto della provenance, per il tracciamento dello storico delle opere d’arte e la loro gestione, senza escludere la verifica dell’autenticità, un sostegno completo per i processi di due diligence.

Ancora oggi il mondo dell’arte si trova in una fase di scambio di documentazione cartacea, per questo le nuove tecnologie quali la digitalizzazione delle informazioni certificate in blockchain e verificate da tutti gli stakeholder, parte della vita dell’opera, contribuiscono a creare fiducia, una catena di valore per tutti i player.


About Author: B2Lab Team
CHOOSE A LANGUAGE »